Convivium Langobardorum cum Skuldhais

Prima esperienza molto positiva di cena Longobarda.

Sabato 26 l’Associazione Invicti Lupi si è sperimentata nel settore della gestione ed animazione di una serata a tema; in questo caso cercando di rievocare il mito, il fascino e la coerenza storica di un convivio Longobardo.  Al pubblico presente è stato portato uno spaccato di storia coinvolgente e interattivo, un modo di vivere la storia in ogni suo aspetto, anche nelle particolarità e nei dettagli che talvolta vengono tralasciati. Quindi non un mera lezione ed esposizione delle proprie conoscenze, ma un vivere nella totalità questo mondo, immergendosi ognuno nei propri ruoli (capo della fara, arimanni, arimanne, scaptor, servi, aldii, etc) per cercare di dare una visione storica e dal vivo al pubblico presente.

Sono state presentate varie peculiarità di questo magnifico popolo: l’abilità nel combattimento; le dimostrazioni di forza fisica; le faide; l’atteggiamento verso la servitù; il cerimoniale di un convivio; i rapporti uomo-donna; storia, mito e leggenda attraverso vari racconti; la musica; la scarsa disciplina; la facile corruttibilità; il fatto di essere più simili ai popoli delle steppe che non alle popolazioni germaniche; paganesimo e cattolicesimo nel loro convivere come culti presenti tra i guerrieri nel VII secolo; i rapporti con “il vicinato” romano e avaro per quanto riguarda il nostro ducato; e molto altro ancora. Chiaramente essendo protagonisti di una sperimentazione, di un portare al pubblico delle possibili ipotesi ricostruttive e non la verità assoluta, visto che nessuno la possiede.

In conclusione un ottimo banco di prova per l’Associazione, il primo di una lunga serie di ulteriori serate in diversi luoghi e contesti. Invitiamo coloro che siano interessati a sviluppare assieme a noi serate o giornate del genere a contattarci. Presto foto e video dell’evento.

In conclusione un grande ringraziamento a coloro che hanno partecipato come ospiti e commensali, un ringraziamento ai miei Invicti Lupi, un grande ringraziamento al mio Scaptor Gairo, un ringraziamento agli amici dell’Associazione e al gruppo musicale Clan Petrie che hanno collaborato con noi per rendere questa serata un successo.

Ed infine vorrei ringraziare la Dottoressa Marialuisa Cecere dell’Accademia Jouffré Roudel per l’importantissima collaborazione e supporto storiografico nella ricerca degli alimenti e delle bevande longobarde e nella realizzazione del cerimoniale.

 

1379580_10202287731983988_1087786448_n

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + quindici =