Sesto comunicato stampa Docufilm “Langobardi – Alboino e Romans”

La produzione del docufilm “LANGOBARDI – Alboino e Romans” è proseguita senza sosta nelle ultime settimane con le riprese degli interventi archeologici e di altri pezzi cinematografici della vita di Alboino. “Langobardi” necessita sempre dell’aiuto e del sostegno di chiunque creda come noi nell’importanza di dare valore e testimonianza alla storia dei nostri Territori. Abbiamo creato una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Gofoundme al seguente link: https://gf.me/u/y9fk3p Invicti Lupi vuole ringraziare le varie Amministrazioni che patrocinano il progetto e che hanno concesso l’utilizzo di varie aree storiche e naturali per i girati. Ringraziamo il Comune di San Floriano Del Cóllio, Friuli-Venezia Giulia, Italy e il conte Filippo Formentini per l’area del Castello e le vedute su Collio e Brda, il Comune di Cormons per l’utilizzo del forte sul monte Quarin, il Comune di Ragogna per l’utilizzo del maniero a Castello di Ragogna guardia del Tagliamento, il Comune di Romans d’Isonzo Giunta Comune Romans d’Isonzo per le riprese nella sala espositiva dei reperti comunali. Ringraziamo gli archeologi dott. Cristiano Brandolini dott. Michele Angiulli e dott.ssa Annalisa Giovannini per i loro importanti contributi. Maggiori informazioni sulla nostra Associazione Invicti Lupi e su Romans Langobardorum, ampio progetto di valorizzazione storica-culturale-turistica del Nostro Territorio, le troverete sul nostro sito internet www.invictilupi.org

Iniziate le riprese della Docufiction sul mondo longobardo

Le riprese della Docufiction sui longobardi sono ufficialmente iniziate ieri col primo giorno di lavoro. Un grande progetto prodotto dagli Invicti Lupi in collaborazione con il regista Simone Vrech, Base2 video factory e lo storico Nicola Bergamo. Un prodotto al momento sostenuto da Regione FVG, Comune di Romans d’Isonzo e BCC di Staranzano e Villesse, nell’attesa di trovare altri importanti sostenitori. Nelle prossime settimane si uniranno le collaborazioni di altri archeologi e rievocatori storici così da migliorare la qualità e i contenuti di questa Docufiction e dell’importante valorizzazione storico culturale che porterà al nostro Territorio. Continuate a seguirci!

Presentazione cortometraggio Romans Langobardorum

Comunicato stampa

Presentazione cortometraggio “Romans Langobardorum”

Mercoledì 4 settembre 2019 – ore 21’00

L’Associazione Invicti Lupi in collaborazione con il regista Simone Vrech, col patrocinio e sostegno del gruppo di ricerca I Scussons, del Comune di Romans d’Isonzo, della Regione FVG, del Consiglio Regionale FVG, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, dell’Ente Turismo FVG, dell’UTI Collio-Alto Isonzo, della BCC di Staranzano e Villesse, dell’associazione Liberatorio d’arte Fulvio Zonch, del Motoclub di Romans d’Isonzo, della UISP, della Società Filologica Friulana, della rete Langobardia Maior, della Società Friulana di Archeologia e dell’Associazione Italia Medievale, è orgogliosa di invitarvi alla presentazione del cortometraggio ROMANS LANGOBARDORUM nella serata di mercoledì 4 settembre 2019 alle ore 21 presso Casa Candussi-Pasiani sita a Romans d’Isonzo in piazza Garibaldi 6.

Mercoledì 4 settembre verrà presentato il frutto di questa seconda importante collaborazione tra l’Associazione Invicti Lupi e il regista Simone Vrech. Il cortometraggio avrà come protagonista la rievocazione storica Romans Langobardorum, manifestazione di caratura internazionale cresciuta esponenzialmente nel corso delle sette edizioni finora svolte e divenuta un’importante riferimento di promozione turistica e culturale per il nostro territorio. Il filmato si inserisce nel progetto Romans Langobardorum che l’Associazione porta avanti da anni attraverso la realizzazione della rievocazione storica, le visite guidate al civico museo nazionale e al parco archeologico di Romans d’Isonzo, le lezioni e didattiche presso varie scuole regionali, la divulgazione storica attraverso i vari eventi nazionali ed europei ai quali Invicti Lupi partecipa. Grande importanza hanno al giorno d’oggi strumenti mediatici che vadano a interessare e incuriosire le persone quali la fotografia, l’audiovisivo, il vedere e toccare con mano la storia; ed è con questi strumenti che l’Associazione lavora. Attraverso il nostro lavoro, volontario e gratuito, vogliamo sensibilizzare il pubblico verso la conoscenza del popolo longobardo che così profondamente mutò il corso della nostra Storia, un altro piccolo passo in avanti al fine di incuriosire le persone verso il nostro meraviglioso ed importante passato con l’utilizzo strumenti di comunicazioni maggiormente efficaci. Vi invitiamo a non perdere questo importante appuntamento, mercoledì 4 settembre ore 21 presso Casa Candussi-Pasiani a Romans d’Isonzo in piazza Garibaldi 6.

All’interno della serata verranno effettuate le premiazioni dell’ex-tempore fotografica “Romans Langobardorum – Scorci dal passato – edizione 2019” svoltasi nel corso della settima edizione della rievocazione storica.

Ad aprire la serata alle ore 19’00 verranno realizzati dei laboratori artigianali per piccoli longobardi e longobarde di età compresa tra i 5 e i 12 anni, laboratori nei quali i ragazzi potranno far crescere la loro manualità e creatività. L’Associazione ritiene fondamentale l’operato verso i più giovani affinché imparino a conoscere ed apprezzare la loro storia così da divenire adulti maggiormente consapevoli del territorio nel quale vivono. Fin dalle origini Invicti Lupi lavora a contatto con le scuole e con i ragazzi di tutte le età per far sì che la storia faccia breccia nei loro cuori. Per informazioni ed iscrizioni ai laboratori vi invitiamo a contattare la biblioteca di Romans (telefono 048190555 – mail bibliotecaromans@gmail.com) entro il 30 agosto.

Maggiori informazioni riguardo il progetto Romans Langobardorum verranno fornite nel corso della serata di mercoledì 4 settembre 2019 e sono consultabili sul nostro sito web www.invictilupi.org

Per informazioni o adesioni all’Associazione Invicti Lupi contattateci attraverso mail, sito web e pagine social (facebook, istangram).

Il video trailer del cortometraggio “Romans Langobardorum” è visibile sul nostro canale youtube “Invicti Lupi”.

Buona visione!

Nel ringraziarvi per l’attenzione, vi chiediamo di dare massima diffusione alla notizia.

Cordiali Saluti

Matteo Grudina

Presidente ACDS Invicti Lupi

Comunicato Stampa sesta edizione rievocazione storica “Romans Langobardorum – Alboino, tra Storia e Mito”

Comunicato stampa
ROMANS LANGOBARDORUM

 

Rievocazione storica Longobarda
18,19 e 20 maggio 2018

 

La rievocazione storica Longobarda “Romans Langobardorum”, organizzata dall’Associazione Invicti Lupi alla sua sesta edizione, ha portato Romans d’Isonzo a fare un tuffo nel passato fino al lontano VII secolo d.C. richiamando un pubblico numeroso e entusiasta.

 

Un evento di caratura internazionale, sviluppato in una suggestiva area naturalistica di Romans, che ha avuto la partecipazione di gruppi di rievocazione storica provenienti dall’Italia e dall’estero, con oltre un centinaio di rievocatori storici presenti.

 

Romans Langobardourm si è confermata come la più grande rievocazione storica Italiana del periodo longobardo ed ha voluto avvicinare il pubblico incuriosendolo verso questo scorcio del passato attraverso varie attività: dal grande campo storico allestito dalla stessa Associazione Invicti Lupi in collaborazione con diversi gruppi storici con oltre un centinaio di rievocatori alle esibizioni di combattimenti; dalle interessanti conferenze che hanno toccato varie tematiche della società Longobarda alle mostre e concorsi fotografici e scolastici; dalla suggestiva atmosfera notturna creata grazie alle cerimonie del rito funerario alla ricostruzione di un matrimonio longobardo; dai laboratori didattici con bambini e ragazzi ai piatti tipici longobardi che hanno deliziato le persone presenti; dai concerti serali del sabato alle emozioni dello storytelling attorno al fuoco la domenica; dalla notte al museo del venerdì alle visite guidate per le scolaresche del sabato. Molte e variegate le attività di questa tre giorni che ha avuto come tema di questa edizione “Alboino, tra Storia e Mito”.

 

“Romans Langobardorum” è riuscita grazie alla sinergia tra le persone che l’Associazione “Invicti Lupi” è riuscita a riunire. Hanno collaborato all’ottima riuscita della rievocazione l’Associazione culturale “I Scussons”, il Liberatorio d’Arte “Fulvio Zonch” di Romans d’Isonzo e il motoclub di Romans d’Isonzo. Va considerato che la manifestazione non sarebbe mai partita senza il fondamentale contributo economico ed il patrocinio del Comune di Romans d’Isonzo, della regione FVG, del Consiglio Regionale FVG, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, dell’Ente Turismo FVG, dell’UTI Collio-Alto Isonzo, della BCC di Staranzano e Villesse, della UISP, della Società Filologica Friulana, di Langobardia Maior, della Società Friulana di Archeologia, di Italia Medievale e di alcune realtà commerciali di Romans e dintorni. Va poi ricordato che l’evento è riuscito anche grazie a mille altre piccole collaborazioni che, unite, hanno prodotto questo magnifico tuffo nel passato: ringraziamo quindi il circolo culturale di Versa di Romans, la Cava Calcestruzzi Trieste, i molti volontari e amici che ci hanno aiutato, e tutti gli sponsor che trovate elencati nella sezione dedicata.

 

Nei nostri territori i Longobardi hanno lasciato tracce importanti non solo a livello archeologico ed artistico, ma anche in quelli culturale e linguistico. “ROMANS LANGOBARDORUM” ha voluto dar vita ad un’atmosfera dal sapore antico che per qualche ora ha rapito il visitatore dalla quotidianità del XXI secolo. L’intento è stato quello di fargli apprezzare un pezzo di passato troppo spesso preda dell’indifferenza. Conoscere ciò che avvenne a casa propria in tempi remoti, oltre ad arricchirci, può offrirci soluzioni uniche ai problemi odierni. Intendiamo sensibilizzare il pubblico a porre l’attenzione sulla cultura anche in relazione alle scelte poco lungimiranti di un settore statale, ma anche privato, che vi investono poco o nulla.

 

“Viviamo la nostra Passione con grande impegno e spirito di sacrificio”, le parole del presidente Matteo Grudina, “è una gioia ed una grande soddisfazione poter offrire al pubblico presente in questi giorni uno spaccato veritiero di ciò che era Romans nel VII secolo dC. Per noi è importante far rivivere un pezzo fondamentale della storia delle nostre Terre in quest’epoca dove si stanno perdendo molti valori, e molto spesso si tende a dimenticare il nostro passato. Dobbiamo lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato, anche nel nostro piccolo dobbiamo sempre cercare di dare il massimo. Ringrazio tutti quelli che hanno collaborato alla riuscita e spero che ci siano più fondi a disposizione per la prossima edizione così da farla crescere ancora di più, soprattutto vista l’importanza ormai raggiunta da questa rievocazione, prima nel suo genere in Italia. Un obiettivo che stiamo raggiungendo con molta dedizione e costanza. Quella di quest’anno è stata la sesta edizione di un progetto che speriamo avrà ancora molti episodi, un progetto riuscito grazie al costante impegno e dedizione dell’Associazione Invicti Lupi. Invito tutti coloro che abbiano interesse in questo settore a mettersi in contatto con noi, siamo sempre aperti a nuove collaborazioni e nuove adesioni di soci.”

 

L’Associazione ora continuerà con il suo lavoro di didattica e valorizzazione presso il parco didattico-archeologico e il civico museo comunale di Romans d’Isonzo e con le sue uscite che la vedranno protagonista in varie parti d’Italia e all’estero. L’esperienza vissuta in questi giorni permetterà di portare al pubblico una rievocazione di certo migliorata per il prossimo anno. La speranza sarà quella di reperire i fondi economici necessari a metterla in piedi, ma avendo dato dimostrazione della propria capacità di concretizzare una manifestazione storica di alto livello nel corso degli ultimi cinque anni la speranza è che siano maggiori gli enti pubblici e privati che ci vorranno aiutare a rivivere il glorioso passato Longobardo delle nostre Terre. Immagini e video dell’evento sul sito web dell’Associazione e sulle sue pagine social.

 

Per contattarci:           Web: www.invictilupi.org

Email: invictilupi@gmail.com

Youtube, Facebook: Invicti Lupi

Telefono: 3339636574

 

 

 

Matteo Grudina

Presidente dell’A.C.D.S. INVICTI LUPI

 

 

Cortometraggio INVICTI LUPI

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=aGtqR8P0tyQ[/embedyt]

 

Cortometraggio “Invicti Lupi”

 

Vi presento il cortometraggio “Invicti Lupi” realizzato dal regista Simone Vrech, con il suo studio di produzione cinematografico “Move11”, in collaborazione con la nostra Associazione di rievocazione storica Longobarda “Invicti Lupi”.

 

Questo cortometraggio vuole essere uno spunto di lancio per un progetto più ambizioso legato alla valorizzazione della storia longobarda dei nostri Territori ed un altro tassello del grande progetto “Romans Langobardorum”. Riguardo quest’ultimo progetto potrete trovare ulteriori informazioni sul nostro sito web www.invictilupi.org

 

Lo scopo di questo filmato è quello di valorizzare il nostro incredibile patrimonio territoriale, unico per i suoi ambienti naturalistici e per la sua particolare storia e cultura. Crediamo che strumenti potenti come la televisione e il cinema vadano utilizzati per sensibilizzare maggiormente le persone (di ogni fascia d’età) verso la Nostra Storia e le Nostre ricchezze regionali. Utilizzando i più efficaci strumenti di comunicazione del giorno d’oggi possiamo compiere passi maggiori su questo percorso, sicuramente un cammino non facile ma nemmeno impossibile. Solo con un grande impegno e una profonda passione si possono ottenere risultati talvolta insperati.

 

Impegno e passione hanno però un limite e la nostra speranza è di trovare nuovi sostenitori e nuovi importanti sostegni finanziari da Enti pubblici e privati per poter proseguire, sempre in collaborazione con lo studio di produzione cinematografico “Move11” e il regista Simone Vrech, su questo importante progetto che ha in serbo nuovi lungometraggi nei quali coniugare la storia Longobarda e la valorizzazione del Nostro Territorio. Il filmato è stata realizzato con le esigue risorse di Invicti Lupi e Move11 in un’unica giornata di riprese, sicuramente con un maggior sostegno finanziario i prodotti successivi non potranno che avere un’esponenziale qualità migliore.

 

Il cortometraggio lo potete visualizzare sul nostro canale youtube a questo link: https://youtu.be/aGtqR8P0tyQ

 

Cortometraggio “Invicti Lupi”

 

Scritto e diretto da Simone Vrech

Riprese video di Simone Vrech e Carlo Pacorini

Riprese audio di Marco Licitra e Luca Pipolo

Trucco di Athena Crepaldi

 

Interpretato dai seguenti membri dell’Associazione “Invicti Lupi”

Grimoaldo – Matteo Grudina

Uualfusus – Yari Zorzenon

Sigismund – Simone Attanasio

Gairiwulf – Adriano Crasnich

Sigmar – Matteo Cabas

Gairimundus – Gianluca Zorzenon

Ildebranda – Elisabetta Agostini

Erwin – Rudy Tardivo

Wulf – Daniele Treglia

Maginfrit – Claudio Dovier

Gisa – Erica Del Torre

Romilda – Isabella Trani

Frida – Benedetta Pontoni

Wisegarda – Michela Giovanetti

Rodelinda – Nicole Chimienti

 

Girato sul fiume Torre sopra Reana del Roiale (UD).

 

Enti pubblici e privati che ci hanno supportato:

Comune di Romans d’Isonzo

Regione Friuli Venezia Giulia

Consiglio Regionale FVG

Turismo FVG

Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia

BCC Staranzano e Villesse

UISP sport per tutti

 

Spero Vogliate dare massima diffusione a questo cortometraggio e che lo stesso sia di Vostro gradimento.

Vi ringrazio.

Cordiali saluti

Matteo Grudina, presidente ACDS Invicti Lupi

 

 

Responso ex-tempore fotografica “Romans Langobardorum 2017 – Scorci dal passato”

Responso ex-tempore fotografica “Romans Langobardorum 2017 – Scorci dal passato”

 

In data 21 settembre 2017 si riunisce la giuria composta da 3 membri e così suddivisa:

giuria fotografica (qualità e tecnica delle foto presentate) – Felice Cirulli e Daniele Potente

giuria storica (verifica coerenza delle foto presentate nel contesto  storico) – Matteo Grudina

 

Vengono presentate 52 fotografie di 11 autori differenti.

Si procede nel seguente modo:

– Le foto vengono visualizzate su di uno schermo di computer;

– Tutte le foto vengono inserite mescolate in un’unica cartella e si procede ad una prima scrematura;

– Delle foto rimanenti si procede ad una seconda e terza scrematura selezionando le migliori 12 che andranno a comporre il calendario 2019 dell’Associazione Invicti Lupi;

– Vi è un’ulteriore scrematura delle foto dalla quale ne emergono 5 reputate per qualità, composizione, contesto, migliori delle altre;

– Tra queste 5 si procede alla proclamazione delle prime 3 classificate e di 2 segnalazioni.

 

Il verdetto è il seguente:

Il podio è così composto:

Primo posto:

Autore Daniel Boschin

Buona composizione, interessante punto di ripresa che rende molto bene la tensione del momento della battaglia attraverso una buona resa delle luci e l’espressione drammatica del volto del guerriero.

 

Secondo posto:

Autore Andrea Mocchiutti

Il dinamismo dell’azione è reso bene attraverso l’inquadratura dall’alto che enfatizza il duello evidenziando la forte carica agonistica dei combattenti.

 

 

Terzo posto:

Autore Marco Elli

Il ritratto trasmette una sensazione di serenità grazie al contesto ambientale, unito alla ottimale resa del colore e alla espressività e la posa della ragazza.

Vengono segnalate le seguenti due foto:

 

Autrice Sabrina Macci

Pur avendo reso in maniera discreta l’espressione del volto del guerriero in primo piano, la parziale composizione non riesce a restituire adeguatamente il contesto in cui si svolge l’azione.

 

Autore Daniel Boschin

Buona la resa dinamica dell’azione ma l’inquadratura stretta sacrifica la potenzialità dell’immagine

 

Le altre 7 foto che andranno a comporre il calendario 2019 sono le seguenti:

Autore Andrea Mocchiutti

 

Autore Andrea Mocchiutti

 

Autore Marco Elli

 

Autrice Sabrina Macci

 

 

Autore Gianni Ciulla

Autore Marco Elli

 

Le troverete tutte sul calendario 2019 della nostra Associazione. Grazie 

 

 

Comunicato stampa della V edizione della Rievocazione “ROMANS LANGOBARDORUM”

Comunicato stampa

ROMANS LANGOBARDORUM

 

Rievocazione storica Longobarda
19, 20 e 21 maggio 2017

 

La rievocazione storica Longobarda “Romans Langobardorum”, organizzata dall’Associazione Invicti Lupi alla sua quinta edizione, ha portato Romans d’Isonzo a fare un tuffo nel passato fino al lontano VII secolo d.C. richiamando un pubblico numeroso sulle rive dei laghi Fipsas, una vera e propria oasi naturalistica presente sul territorio.

 

Un evento di caratura internazionale, sviluppato nella suggestiva area naturalistica dei laghetti di Romans, che ha avuto la partecipazione di 14 gruppi di rievocazione storica provenienti dall’Italia e dall’estero, con oltre un centinaio di rievocatori storici presenti:

 

  • Invicti Lupi, da Romans d’Isonzo (GO);
  • Avar Project, da Trieste;
  • Bandum Freae, da San Giovanni in Persiceto (BO);
  • Benevento Longobarda, da Benevento;
  • Hapja Authari, da Cividale del Friuli (UD);
  • Helvargar, da Padova;
  • Hrafnsjot, dall’Alto Adige;
  • Insubria Antiqua, da Arsago Seprio (VA);
  • L’Arc arcieria sperimentale, da Villar San Costanzo (CN);
  • Norde Gard, dall’Ungheria;
  • Numerus Invictorum, dalla Francia;
  • Numerus Italorum, dalla Liguria, Veneto e Lombardia;
  • Presenze Longobarde, da Massello (TO);
  • Septima Milia Anscarica, da Settimo Vittone (TO).

 

 

Romans Langobardourm si è confermata come la più grande rievocazione storica Italiana del periodo longobardo ed ha voluto avvicinare il pubblico incuriosendolo verso questo scorcio del passato attraverso varie attività: dal grande campo storico allestito dalla stessa Associazione Invicti Lupi in collaborazione con 13 gruppi storici con oltre un centinaio di rievocatori alle esibizioni di combattimenti e di tiro con l’arco e scure delle medesime associazioni; dalle 4 interessanti conferenze che hanno toccato varie tematiche della società Longobarda alle mostre e concorsi fotografici; dalla suggestiva atmosfera notturna creata grazie alle cerimonie del rito funerario alla ricostruzione di un matrimonio longobardo nel pomeriggio del sabato; dai laboratori didattici con bambini e ragazzi ai piatti tipici longobardi che hanno deliziato le persone presenti; dal concerto serale degli “Overtures” e dei “Sinheresy” allo spettacolo serale del lancio delle asce infuocate. Molte e variegate le attività di questa tre giorni che ha avuto come tema di questa edizione “574-584: gli anni dell’Anarchia”. Va ricordato poi che all’interno della rievocazione è stata vissuta la tappa conclusiva del progetto nazionale UISP “Archeogiocando” che ha visto coinvolto le scuole medie di Romans d’Isonzo e San Canzian d’Isonzo.

 

“Romans Langobardorum” è riuscita grazie alla sinergia tra le persone che l’Associazione “Invicti Lupi” è riuscita a riunire. Hanno collaborato all’ottima riuscita della rievocazione l’Associazione culturale “I Scussons”, l’Associazione “Hapja Authari” e il Liberatorio d’Arte “Fulvio Zonch” di Romans d’Isonzo. Va considerato che la manifestazione non sarebbe mai partita senza il fondamentale contributo economico ed il patrocinio del Comune di Romans d’Isonzo, della Regione FVG, della BCC di Staranzano e Villesse, della Fondazione Carigo, del Consiglio Regionale FVG, dell’Ente Turismo FVG, della UISP, di Langobardia Maior, di Italia Medievale, della Società Filologica Friulana, della Fipsas comitato di Gorizia, della Croce Verde Goriziana e di alcune realtà commerciali di Romans e dintorni. Va poi ricordato che l’evento è riuscito anche grazie a mille altre piccole collaborazioni che, unite, hanno prodotto questo magnifico tuffo nel passato

 

Nei nostri territori i Longobardi hanno lasciato tracce importanti non solo a livello archeologico ed artistico, ma anche in quelli culturale e linguistico. “ROMANS LANGOBARDORUM” ha voluto dar vita ad un’atmosfera dal sapore antico che per qualche ora ha rapito il visitatore dalla quotidianità del XXI secolo. L’intento è stato quello di fargli apprezzare un pezzo di passato troppo spesso preda dell’indifferenza. Conoscere ciò che avvenne a casa propria in tempi remoti, oltre ad arricchirci, può offrirci soluzioni uniche ai problemi odierni. Intendiamo sensibilizzare il pubblico a porre l’attenzione sulla cultura anche in relazione alle scelte poco lungimiranti di un settore statale, ma anche privato, che vi investono poco o nulla.

 

“Viviamo la nostra Passione con grande impegno e spirito di sacrificio”, le parole del presidente Matteo Grudina, “è una gioia ed una grande soddisfazione poter offrire al pubblico presente in questi giorni uno spaccato veritiero di ciò che era Romans nel VII secolo dC. Per noi è importante far rivivere un pezzo fondamentale della storia delle nostre Terre in quest’epoca dove si stanno perdendo molti valori, e molto spesso si tende a dimenticare il nostro passato. Dobbiamo lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato, anche nel nostro piccolo dobbiamo sempre cercare di dare il massimo. Ringrazio tutti quelli che hanno collaborato alla riuscita e spero che ci siano più fondi a disposizione per la prossima edizione così da farla crescere ancora di più, soprattutto vista l’importanza ormai raggiunta da questa rievocazione, prima nel suo genere in Italia. Un obiettivo che stiamo raggiungendo con molta dedizione e costanza. Quella di quest’anno è stata la quinta edizione di un progetto che speriamo avrà ancora molti episodi, un progetto riuscito grazie al costante impegno e dedizione dell’Associazione Invicti Lupi. Invito tutti coloro che abbiano interesse in questo settore a mettersi in contatto con noi, siamo sempre aperti a nuove collaborazioni e nuove adesioni di soci.”

 

L’Associazione ora continuerà con il suo lavoro di didattica e valorizzazione presso il parco didattico-archeologico e il civico museo comunale di Romans d’Isonzo e con le sue uscite che la vedranno protagonista in varie parti d’Italia e all’estero. L’esperienza vissuta in questi giorni permetterà di portare al pubblico una rievocazione di certo migliorata per il prossimo anno. La speranza sarà quella di reperire i fondi economici necessari a metterla in piedi, ma avendo dato dimostrazione della propria capacità di concretizzare una manifestazione storica di alto livello nel corso degli ultimi cinque anni la speranza è che siano maggiori gli enti pubblici e privati che ci vorranno aiutare a rivivere il glorioso passato Longobardo delle nostre Terre.

 

Per contattarci:           Web: www.invictilupi.org

Email: invictilupi@gmail.com

Youtube, Facebook: Invicti Lupi

Telefono: 3339636574

 

 

 

Matteo Grudina

Programma Romans Langobardorum – V edizione – 19, 20 e 21 maggio 2017

Programma

 

“Romans Langobardorum – 574-584: gli anni dell’anarchia”

V edizione

19, 20, 21 maggio 2017 – Laghi Fipsas viale Trieste, Romans d’Isonzo (GO)

 

Venerdì 19 maggio 2017

Ore 20’00 –  Area Conferenze –  Apertura area conferenze e chioschi

Ore 20’30 –  Area Conferenze –  Inaugurazione della rievocazione storica e dello spazio espositivo

Ore 21’00 – Area Conferenze – Conferenza “Curiosando nel guardaroba altomedievale: alcune riflessioni sull’abbigliamento longobardo” a cura del dott. Yuri Godino

Dalle 22’00 alle 24’00 – Museo Civico Comunale – Apertura straordinaria in occasione della giornata del Mibact “Notti al museo”

 

Sabato 20 maggio 2017

Ore 9’30 – Apertura campo storico (scene di vita da campo ed esercitazioni d’arme lungo tutta la giornata)

Ore 9’30 – Area Laghetto – Attività finale del progetto UISP nazionale “Archeogiocando”

Ore 10’00 – Parco Didattico – Attività archeologica a cura del dott. Cristiano Brandolini con le scuole di Romans

Dalle 14’00 alle 15’30 – Area laghetto – Possibilità di provare il tiro con l’arco e il tiro con la scure longobarda

Ore 14’30 – Area Laghetto – Visite guidate lungo il campo storico

Ore 16’00 – Arena Spettacoli – Esibizione d’arme “La spedizione di Baduario”

Ore 17’00 – Area Conferenze – Conferenza “Il Friuli Longobardo: un Ducato guerriero” a cura del dott. Marco Franzoni

Ore 18’00 – Area Laghetto – Matrimonio Longobardo

Ore 18’30 – Area Laghetto – Esibizioni d’arme legate alle dimostrazioni di valore degli arimanni in onore delle nozze

Ore 21’00 – Area Laghetto – Rito funerario Longobardo, sepoltura del guerriero della tomba 245 di Romans d’Isonzo

Ore 21’45 – Area Conferenze – Concerto de: Overtures e Sinheresy

 

Domenica 21 maggio 2017

Ore 9’30 – Apertura campo storico (scene di vita da campo ed esercitazioni d’arme lungo tutta la giornata)

Dalle 10’00 alle 12’00 – Museo Civico Comunale – Apertura straordinaria

Ore 10’00 – Area Laghetto – Esibizione d’arme “Il campione del Ducato”

Ore 12’00 – Area Laghetto – Visite guidate lungo il campo storico

Dalle 14’00 alle 15’30 – Area laghetto – Possibilità di provare il tiro con l’arco e il tiro con la scure longobarda

Ore 15’00 – Area Conferenze – Conferenza “L’esercito longobardo dalla migrazione alla fine del Regno in Italia. Alcuni aspetti e problemi” a cura del dott. Federico Zorzenon

Ore 16’30 – Arena Spettacoli – Esibizione d’arme “L’invasione Longobarda delle Gallie”

Ore 18’15 Area Laghetto – Duello giudiziario longobardo

Ore 20’00 – Area Conferenze – Conferenza “Anche gli dei sono confusi: contaminazioni rituali e sincretismi fra i longobardi del Ducato e gli slavi di Carantania” a cura del dott. Angelo Floramo

Ore 21’30 – Area Laghetto – Spettacolo serale “Lancio delle asce infuocate”

Ore 22’30 – Chiusura rievocazione

Comunicato Stampa “Romans Langobardorum” – V edizione

Comunicato stampa
ROMANS LANGOBARDORUM

V edizione – “574-584: gli anni dell’anarchia”

Rievocazione storica Longobarda
19 – 20 – 21 Maggio 2017

 

L’Associazione storica “Invicti Lupi”, in collaborazione con il gruppo di ricerca “I Scussons” e con l’Associazione storica “Hapja Authari”, con il patrocinio e il contributo del Comune di Romans d’Isonzo, del Consiglio Regionale FVG, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, dell’Ente Turismo FVG, della BCC di Staranzano e Villesse, della UISP, della Società Filologica Friulana, di Langobardia Maior, di Italia Medievale, della Croce Verde Goriziana, della FIPSAS comitato di Gorizia e dell’associazione “Liberatorio d’arte”, è orgogliosa di annunciare la quinta edizione della rievocazione storica “ROMANS LANGOBARDORUM”, che prenderà vita a Romans d’Isonzo nelle giornate del 19, 20 e 21 maggio 2017.

Il tema dell’edizione 2017 sarà “574-584: gli anni dell’anarchia”, e sarà incentrato sulla vita e gli avvenimenti  occorsi nel decennio nel quale i duchi longobardi non vollero più nominare un re: un periodo caratterizzato  dall’espansione territoriale di questo popolo in tutta la Penisola, dalle guerre contro romei e franchi ed anche dagli scontri fratricidi per la supremazia dei vari Ducati.

La rievocazione continuerà a tenersi nella suggestiva area dei laghetti Fipsas di Romans d’Isonzo sita in Viale Trieste, dove saranno anche allestiti un’area conferenze, un’area ristoro ed un’area didattica per bambini e ragazzi.

Romans Langobardorum si presenta ormai come la più grande rievocazione storica longobarda presente sul territorio italiano.

Un grande campo storico attorno al lago, conferenze, spettacoli ed esibizioni di combattimento, dimostrazioni di arcieria e di lancio delle asce, attività e laboratori didattici, visite guidate, visite al  parco didattico/archeologico e al neonato museo civico archeologico, cucina Longobarda e chiosco fornito di specialità dell’epoca, musica dal vivo e un mercato dell’antico saranno i punti di forza di questo evento. La rievocazione vedrà la partecipazione di 14 gruppi di rievocazione storica provenienti dall’Italia e dall’estero, con oltre un centinaio di rievocatori storici presenti:

 

  • Invicti Lupi, da Romans d’Isonzo (GO);
  • Avar Project, da Trieste;
  • Bandum Freae, da San Giovanni in Persiceto (BO);
  • Benevento Longobarda, da Benevento;
  • Hapja Authari, da Cividale del Friuli (UD);
  • Helvargar, da Padova;
  • Hrafnsjot, dall’Alto Adige;
  • Insubria Antiqua, da Arsago Seprio (VA);
  • L’Arc arcieria sperimentale, da Villar San Costanzo (CN);
  • Norde Gard, dall’Ungheria;
  • Numerus Invictorum, dalla Francia;
  • Numerus Italorum, dalla Liguria, dal Veneto e dalla Lombardia;
  • Presenze Longobarde, da Massello (TO);
  • Septima Milia Anscarica, da Settimo Vittone (BI).

 

Gli spettacoli di combattimento animeranno l’area per le due intere giornate con spettacoli maggiori sabato 20 alle 16.00 e 18.30; domenica 21 alle 10.00, alle 16.30 e alle 18.15.

Nelle giornate della manifestazione, oltre ai rievocatori, sarà dato ampio spazio anche all’approfondimento culturale in un tendone all’aperto allestito nella medesima area, con 4 interessanti conferenze che faranno luce su altrettanti aspetti della storia del popolo longobardo.

I temi degli incontri toccheranno aspetti diversi della della vita del popolo longobardo; i relatori saranno il dott. Yuri Godino e la dott.ssa Antonella Pizzolongo “Curiosando nel guardaroba altomedievale: alcune riflessioni sull’abbigliamento longobardo”, il dott. Marco Franzoni “Il Friuli Longobardo: un Ducato guerriero”, il dott. Federico Zorzenon “L’esercito longobardo dalla migrazione alla fine del Regno in Italia. Alcuni aspetti e problemi” e il dott. Angelo Floramo “Anche gli dei sono confusi: contaminazioni rituali e sincretismi fra i longobardi del Ducato e gli slavi di Carantania”.

 

Sabato 21 il pubblico potrà assistere a due momenti importanti all’interno della società Longobarda: alle 18.00 vi sarà una riproposizione del rito del Matrimonio Longobardo  con le ritualità e gestualità di un popolo passato dai culti tribali al credo cristiano; alle 21.00 si potrà assistere ad un rito funebre di valenza pagana tipico di quelle genti che conquistarono la penisola durante l’Alto Medioevo.

Il pubblico potrà poi assistere a delle interessanti visite guidate all’interno dei vari campi storici sabato 20 maggio alle ore 14.30 e domenica 21 maggio alle ore 12.00, nel corso della quale diversi gruppi di rievocatori illustreranno vari aspetti della vita del tempo. In occasione delle rievocazione storica il Civico Museo Archeologico di Romans d’Isonzo avrà due aperture straordinarie venerdì 19 maggio dalle ore 22.00 alle ore 24.00 e domenica 21 maggio dalle 10.00 alle 12.00.

I campi storici apriranno sabato 20 maggio dalle ore 9.30 e domenica 21 maggio dalle ore 9.30; stessi orari di apertura per l’area ristoro dove si potranno trovare pietanze tipiche del periodo longobardo.

Infine spazio anche alla musica con due concerti a cura dei gruppi Overtures e Sinheresy che si terranno sabato 20 dalle ore 21.45.

 

Questa manifestazione vuole sommarsi alle altre attività tese a valorizzare il passato longobardo del Comune di Romans d’Isonzo e in special modo il parco didattico-archeologico realizzato nei pressi della Necropoli Longobarda riportata alla luce nel territorio comunale nel 1986. Proprio all’interno del parco didattico verrà svolto nella mattinata di sabato 20 un laboratorio di scavo con le scuole a cura del dott.Cristiano Brandolini. Inoltre nella mattinata di sabato 20 maggio vedrà la conclusione il progetto annuale nazionale UISP “Archeogiocando” che vivrà la sua ultima giornata nella magnifica cornice dei laghetti di Romans.

 

Vi diamo quindi appuntamento da venerdì 19 maggio alle ore 20.00 con l’apertura ufficiale della rievocazione che si concluderà con lo spettacolo serale del lancio delle asce infuocate, a cura dell’associazione Hapja Authari, domenica 21 maggio alle ore 21.30.

 

Il Friuli ha ereditato dai Longobardi non solo tracce importanti a livello archeologico ed artistico, ma anche in quello culturale e linguistico. “ROMANS LANGOBARDORUM” vuole dar vita a un’atmosfera dal sapore antico che per qualche ora “rapirà” il visitatore dalla quotidianità del XXI secolo. L’intento sarà quello di fargli apprezzare un pezzo di passato troppo spesso preda dell’indifferenza. Conoscere ciò che avvenne a casa propria in tempi remoti, oltre ad arricchirci, può offrirci soluzioni uniche ai problemi odierni. Intendiamo sensibilizzare il pubblico a porre l’attenzione sulla cultura e sulla storia dei nostri territori al fine di capire che solo conoscendo e valorizzando il nostro passato potremmo migliorare il nostro presente e futuro.

 

Per maggiori informazioni potete visitare il nostro sito: www.invictilupi.org

Il video trailer della rievocazione è disponibile sul nostro canale Youtube: https://youtu.be/58PILbsbKZE

Per conoscere meglio le attività nelle quali l’Associazione Invicti Lupi è impegnata è possibile visualizzare questo altro video: http://youtu.be/tAcg4BlSS58

 

Un saluto cordiale,

Matteo Grudina

Presidente INVICTI LUPI

 

Romans Langobardorum – III Edizione “Le Leggende” – 15,16,17 maggio 2015

Comunicato stampa
ROMANS LANGOBARDORUM

III edizione – “Le Leggende”

Rievocazione storica Longobarda
15 – 16 – 17 Maggio 2015

 

L’Associazione storica “Invicti Lupi”, in collaborazione con il gruppo di ricerca “I Scussons” e con l’Associazione storica “Ascianti di Cividale” sezione “Hapja Authari”, con il patrocinio e il contributo del Comune di Romans d’Isonzo, del Consiglio Regionale FVG, della Provincia di Gorizia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, dell’Ente Turismo FVG, della BCC di Staranzano e Villesse, della Società Filologica Friulana e di Italia Medievale, è orgogliosa di annunciare la terza edizione della rievocazione storica “ROMANS LANGOBARDORUM”, che prenderà vita a Romans d’Isonzo nelle giornate del 15, 16 e 17 maggio 2015.

Il tema dell’edizione 2015 saranno le leggende del popolo longobardo. La rievocazione cambia la sua scenografia, trasferendosi nell’area dei laghetti Fipsas di Romans d’Isonzo sita in Viale Trieste, dove saranno anche allestiti un’area conferenze e un’area ristoro.

Un grande campo storico attorno al lago, conferenze, spettacoli ed esibizioni di combattimento, dimostrazioni di falconeria, attività e laboratori didattici, visite guidate, valorizzazione del parco didattico presso la Necropoli, cucina Longobarda, musica dal vivo e un mercato dell’antico saranno i punti di forza di questo evento. La rievocazione vedrà la partecipazione di 11 gruppi di rievocazione storica provenienti dall’Italia e dall’estero, con oltre un centinaio di rievocatori storici presenti:

 

  • Invicti Lupi, da Romans d’Isonzo (GO
  • Hapja Authari, da Cividale del Friuli (UD)
  • Insubria Antiqua, da Arsago Seprio (VA)
  • Militia Sancti Michaeli, da Modena;
  • L’Arc arcieria sperimentale, da Villar San Costanzo (CN);
  • Raven’s Army, da Biella;
  • Norde Gard, dall’Ungheria;
  • Csodaszarvas Népe, dall’Ungheria;
  • Helvargar, da Padova;
  • Bandum Freae, da Spilamberto (MO);
  • Septima Milia Anscarica, da Settimo Vittone (BI).

 

Gli spettacoli di combattimento animeranno l’area per le due intere giornate con spettacoli maggiori sabato 16 alle 15.30 e 18.00, domenica 17 alle 14.30.

Nelle giornate della manifestazione, oltre ai rievocatori, sarà dato ampio spazio anche all’approfondimento culturale in un tendone all’aperto allestito nella medesima area, con  5 interessanti conferenze che faranno luce su altrettanti aspetti della storia del popolo longobardo.

I temi degli incontri toccheranno aspetti diversi della della vita del popolo longobardo, dalla lingua alla cucina, dall’architettura agli eventi bellici. I relatori saranno Nicola Bergamo, Cristiano Brandolini, Odorico Serena, Giovanna Zordan, Barbara Jelenkovich e i falconieri dell’associazione Bird Control.

Domenica 17 alle ore 10.30 il pubblico potrà assistere ad un’interessante visita guidata all’interno del campo storico, nel corso della quale diversi gruppi di rievocatori illustreranno vari aspetti della vita del tempo. Sempre nella giornata di domenica 17 alle ore 12.30 verrà riproposta la proiezione del filmato “Langobardi Apud Aesontium”, che gli Invicti Lupi hanno realizzato a fini didattici mostrando un anno di vita all’epoca dello stanziamento dei Longobardi nell’area dell’odierna Romans.

Un’ulteriore novità di questa terza edizione sarà rappresentata dagli spettacoli di falconeria a cura di Bird Control nella giornata di domenica 17 alle ore 17.

Infine spazio anche alla musica con due concerti a cura dei gruppi Acoustic Waves e Sacrabolt che si terranno sabato 16 dalle ore 22.

 

Questa nuova manifestazione vuole sommarsi alle altre attività tese a valorizzare il parco didattico-archeologico realizzato dal Comune di Romans d’Isonzo nei pressi della Necropoli Longobarda riportata alla luce nel territorio comunale nel 1986. Sabato 16 alle 20.00 il pubblico potrà assistere anche ad un rito funebre tipico di quel popolo che conquistò la penisola durante l’Alto Medioevo.

Il Friuli ha ereditato dai Longobardi non solo tracce importanti a livello archeologico ed artistico, ma anche in quello culturale e linguistico. “ROMANS LANGOBARDORUM” vuole dar vita a un’atmosfera dal sapore antico che per qualche ora “rapirà” il visitatore dalla quotidianità del XXI secolo. L’intento sarà quello di fargli apprezzare un pezzo di passato troppo spesso preda dell’indifferenza. Conoscere ciò che avvenne a casa propria in tempi remoti, oltre ad arricchirci, può offrirci soluzioni uniche ai problemi odierni. Intendiamo sensibilizzare il pubblico a porre l’attenzione sulla cultura anche in relazione alle scelte poco lungimiranti di un settore statale, ma anche privato, che vi investono poco o nulla.

 

È con emozione che Vi invitiamo a Romans d’Isonzo a questa nuova iniziativa. Per maggiori informazioni potete visitare il nostro sito: www.invictilupi.org

 

Il video trailer della rievocazione è disponibile sul nostro canale Youtube: http://youtu.be/AKaK3plwWcA

 

Per conoscere meglio le attività nelle quali l’Associazione Invicti Lupi è impegnata è possibile visualizzare questo altro video di recente produzione: http://youtu.be/tAcg4BlSS58

 

 

Un saluto cordiale,

Matteo Grudina

Presidente INVICTI LUPI