Invicti Lupi

 

Invicti Lupi è un’Associazione culturale/rievocativa formatasi a Romans d’Isonzo (Gorizia, Friuli Venezia Giulia) nel 2011 da un gruppo di appassionati provenienti da diverse esperienze nel campo rievocativo. L’Associazione è registrata nell’albo delle associazioni sportive del CONI.

Gli Invicti Lupi vogliono aprire una finestra sulla società Longobarda del VII secolo d.C., periodo di transizione e stabilizzazione territoriale di questa “Gens” nelle nostre terre: un popolo che ha sintetizzato in un unica cultura le tradizioni latine e germaniche, un fattore che distinguerà la penisola italica per tutta la sua storia successiva. A tal fine l’Associazione si propone di portare al pubblico (attraverso ricostruzioni e rievocazioni storiche, didattica e spettacoli) le figure dei guerrieri con i loro stili di combattimento, delle donne nelle varie attività che erano portate a svolgere e dei diversi personaggi presenti nella vita quotidiana di questo popolo.

L’Associazione è al momento uno dei migliori gruppi di rievocazione Longobarda presenti in Italia, grazie alle continue sperimentazioni e ricerche che la vedono protagonista e per il fatto di trattare in maniera completa tutte le varie attività dell’epoca: combattimento, ricostruzioni di armi e corredi maschili e femminili, cucina, tessitura, giurisprudenza, tintura, conciatura, lavorazioni su cuoio legno e ferro, rapporto con gli animali. Vi è uno studio delle fonti iconografiche, delle fonti scritte e dei ritrovamenti archeologici; grazie alla capacità di avere una visione globale più ampia e alla sperimentazione in prima persona gli associati riescono a ricreare uno spaccato reale e credibile dell’epoca.

 

Invicti Lupi dedica molto tempo agli allenamenti sportivi al fine di portare al pubblico uno stile di combattimento reale ed agonistico, cercando di ricostruire ipoteticamente le tecniche di scontro armato dell’epoca attraverso studi sulle fonti scritte, sulle fonti iconografiche, sulle sepolture di morte violenta delle necropoli, e soprattutto con la sperimentazione in prima persona sul campo. Gli associati curano la produzione fedele di armi e protezioni dell’epoca, commissionando su precisi progetti ogni singolo pezzo al fine di avere una riproduzione perfetta dell’epoca che si adatti anche al suo utilizzo sportivo. L’Associazione pratica e sperimenta un combattimento reale ed agonistico e non teatrale e figurato; diversi sono gli stili di combattimento utilizzati dagli associati al fine di ricercare uno stile il più reale possibile (Eastern style, Western style, HEMA). La cura e il miglioramento nell’arte del combattimento avviene anche grazie al confronto con altri gruppi italiani ed europei con i quali Invicti Lupi collabora, e con la partecipazione a stage e meeting curati da maestri d’armi italiani ed europei.

Particolare attenzione è rivolta ai dettagli ricreabili ai fini della didattica, restituendo una visione dei longobardi il più fedele possibile al vero: l’arte, l’artigianato, la cultura e le tradizioni sono oggetto dei nostri incontri con un pubblico di qualsiasi età, particolarmente ghiotto nell’approfondire aspetti sconosciuti, leggendari, mitologici e storici.

 

L’Associazione Invicti Lupi ha in co-gestione il parco didattico-archeologico presso la necropoli rinvenuta a Romans d’Isonzo (GO) dove svolge lungo l’intero anno le proprie attività didattiche con le scuole di ogni grado e tipo e con gruppi di turisti; ed oltre al parco ha in co-gestione il locale Civico Museo Archeologico. Sin dalle sue origini, l’Associazione si è prestata ad un ruolo innovativo nella formazione degli studenti ovvero il cosiddetto “Living History” portato all’interno delle classi, il quale consente agli studenti delle lezioni di storia dal vivo durante le quali gli studenti hanno la possibilità di avere un riscontro visivo e pratico delle nozioni imparate a scuola. Di pari passo con le collaborazioni scolastiche vi è la gestione del parco didattico-archeologico di Romans d’Isonzo. Il parco è stato costruito in stretta connessione con il luogo della sepoltura e del ritrovamento collocando così sul territorio, seppur in maniera simbolica e ricostruttiva, un punto di interesse turistico. Un parco a misura di visitatore, dove ricordare le popolazioni che vissero in questi luoghi e recuperare segni e simboli della tradizione e della ritualità longobarde. Un luogo dove sviluppare la didattica archeologica, quale segnale concreto della presenza di genti antiche e luogo di approfondimento della conoscenza della nostra storia. Il parco mira ad un totale coinvolgimento del visitatore; il “Living History” permette di passare dalla didattica classica al toccare con mano abiti, accessori ed attrezzature fedelmente ricostruite, con riferimento ai reperti; questo nuovo tipo di didattica permette di scivolare mentalmente dai racconti e dalle gesta di questo popolo alla visualizzazione concreta del loro stile di vita e della loro preparazione militare, il tutto passando attraverso ascolto, visione e prova. Al momento l’Associazione si sta muovendo anche in direzione dell’artigiano, con l’obiettivo di portare nel modo più fedele possibile degli esempi di quelle che erano le attività pratiche che si svolgevano all’interno delle farae longobarde, oltre agli studi legati alla vita quotidiana dei singoli individui (ad esempio lo studio delle erbe mediche, delle tecniche di manipolazione dell’argilla, della cucina storica, eccetera). Infine Invicti Lupi collabora con la UISP al grande progetto nazionale “Archeogiocando” che è stato sviluppato solamente su 9 sedi selezionate a livello italiano (scelta ricaduta su 9 siti archeologici selezionati o per la loro fama o per la loro peculiarità). Alla base del progetto vi è la convinzione che lo sport e l’approccio della co-progettazione possano rivelarsi strumenti particolarmente utili per stimolare forme di fruizione attiva del patrimonio culturale da parte dei giovani, e in particolare dei giovani in condizioni di svantaggio e vulnerabilità sociale. In questo senso, i siti archeologici presenti sul territorio diventerebbero terreni di sperimentazione e progettazione partecipativa di percorsi sportivi, coniugando la visita culturale all’attività sportiva. L’interesse dei giovani verso il patrimonio culturale del nostro Paese risulta assai scarso, soprattutto nella fascia d’età dell’adolescenza e particolarmente tra i giovani in condizioni di svantaggio sociale, solitamente meno stimolati dal punto di vista culturale.

Lo sport per tutti, per la sua funzione sociale e il valore educativo nello sviluppo psicofisico, offre occasioni di socializzazione, integrazione, e di riappropriazione del territorio e degli spazi urbani, utili a sviluppare nei giovani quelle caratteristiche personali (comportamentali, emotive, relazionali) indispensabili per la valorizzazione di sé e il riconoscimento del proprio ruolo attivo e responsabile, stimolate anche dall’approccio della co-progettazione (peer-education). Lo sviluppo di tali caratteristiche si pone come prerequisito per stimolare un maggiore interesse e coinvolgimento dei giovani verso l’approfondimento culturale. Gli obiettivi di “Archeogiocando” che la nostra Associazione Invicti Lupi sta sviluppando assieme al Comitato UISP di Gorizia sono: – Testare un modello di fruizione attiva del patrimonio culturale da parte dei giovani, attraverso la co-progettazione di percorsi sportivi nei siti archeologici del territorio; – Avvicinare i giovani alle proposte culturali del proprio territorio; – Rielaborare gli spazi archeologici come spazi di aggregazione giovanile a carattere sportivo; – Accrescere le competenze degli educatori sui temi in oggetto; – Promuovere spazi di collaborazione fattiva tra i diversi soggetti che sul territorio sono impegnati nel mondo della cultura e dell’adolescenza. Con i seguenti risultati attesi: – Sperimentazione e modellizzazione di percorsi di fruizione attiva del patrimonio culturale da parte dei giovani, attraverso la co-progettazione di percorsi sportivi nei siti archeologici del territorio; – Adozione della sperimentazione da parte della scuola, attraverso l’inserimento nei POF delle proposte educative, culturali e di attività motoria proposte dal progetto Archeogiocando; – Avvicinamento dei giovani alle proposte culturali del proprio territorio;

 

Invicti Lupi organizza annualmente la rievocazione storica “Romans Langobardorum”, un evento di caratura internazionale dove si susseguono convegni curati da diversi esperti del settore, ricostruzioni e dimostrazioni di vita e di guerra curate da gruppi di rievocazione provenienti da diversi parti d’Europa. L’evento è divenuto la rievocazione principale nel settore longobardo in Italia per numeri e contenuti. Questo primato è frutto di un costante lavoro di crescita da parte dell’Associazione “Invicti Lupi” che pian piano è riuscita a catalizzare su di sé, grazie all’impegno e alla correttezza degli studi e delle sperimentazioni archeologiche svolte, una sinergia di collaborazioni con esperti, associazioni, appassionati, enti. E questo primato valorizza ancor di più i nostri territori così carichi di storia, così ricchi di cultura, così unici nei loro particolari paesaggi,  da divenire di forte attrattiva in campo italiano ed europeo. Diverse e variegate sono le proposte nei confronti del turista in modo da soddisfare i suoi possibili interessi: dagli aspetti culturali e di divulgazione trattati nelle conferenze agli aspetti sportivi e di spettacoli effettuati durante le dimostrazioni di combattimento; dalla riproposizione e suggestive atmosfere di alcuni cerimoniali longobardi alle visite guidate al museo civico e al parco didattico al prendere e toccare con mano abiti, armi ed accessori fedelmente ricostruiti dai rievocatori presso il campo storico; dai laboratori didattici allestiti per i più piccoli visitatori ai concerti serali per coinvolgere una buona fetta di giovani; dalla degustazione di alcuni piatti tipici longobardi presso i chioschi alle spiegazioni teoriche sulle loro preparazioni e sugli usi di questo popolo nostro avo; dalla mostra e dall’extempore fotografica alla possibilità di vivere e respirare in un ambiente naturale incontaminato e selvaggio. Si ricerca annualmente la possibilità di andare a toccare varie tematiche tutte riportabili al contesto storico longobardo in modo da interessare diversi target di turismo: sportivo, culturale, enogastronomico, scolastico, musicale, naturalistico.

 

Infine l’altro ambito sul quale l’Associazione è costantemente al lavoro è la sua opera di divulgazione storica attraverso le varie rievocazioni e gli eventi ai quali partecipa in giro per l’Italia ed all’estero. In questo modo si vuole valorizzare la storia del nostro territorio attraverso la riproposizione di uomini, donne e guerrieri del tempo. Questo punto viene sviluppato attraverso le lezioni dal vivo e le esibizioni, con annessa spiegazione teorica, di combattimenti che “Invicti Lupi” porta in giro per l’Italia e l’Europa nel corso dell’anno. Nel corso di conferenze, manifestazioni, rievocazioni, esibizioni, lezioni, l’Associazione si prodiga nel far conoscere i vari aspetti della società Longobarda e le peculiarità dei territori del Friuli Venezia Giulia dai quali proveniamo. Dal 2011 ad oggi l’Associazione ha avuto un’esponenziale crescita in campo qualitativo e quantitativo divenendo una delle Associazioni storiche del periodo longobardo di riferimento.

 

Molte e numerose sono le attività che vedono impegnata Invicti Lupi (un’Associazione giovane, versatile, preparata e capace di sperimentare in prima persona) al fine di riportare ancora una volta in vita un popolo fondamentale per la storia dei territori nei quali essa vive. Avvicinare le persone alla conoscenza della storia dei propri territori attraverso uno strumento dinamico ed interattivo come quello della rievocazione e ricostruzione storica, interessandole e coinvolgendole attraverso diversificate iniziative, rendendole a loro volta promotrici delle conoscenze acquisite, è uno degli obiettivi che l’Associazione si pone.

L’Associazione è aperta a donne e uomini dai 16 anni in su.

—————————————————————————————————

Invicti Lupi is a cultural/reenactment Association formed at Romans d’Isonzo (Friuli-Venezia Giulia-Italy) in 2011 by a group of enthusiasts coming from different experiences in the field of reenactment. The Association is a no profit association, is registered in the register of sports clubs of the Italian National Olympic Committee (CONI).
Invicti Lupi wants to open a window on the culture Langobard society during the VII century A.D., a transitional period of territorial stabilization of these “Gens” of our lands: a people that has summarized in one culture Germanic and Latin traditions, a factor that will distinguish the italic peninsula across all of its future history. For this reason, the Association presents the figures of the warriors and their fighting styles, of women at work on the tasks of the time and of certain characters that were part of the everyday life of this people.
The Association is currently one of the best Langobard reenactment group in Italy, thanks to ongoing experiments and research and for the fact that it covers all of the various activities of the time, like cooking, law making, weaving, dying, tanning, wood and leather crafts, the relationship with animals as well as the manufacture of masculine and feminine dresses and outfits.

Invicti Lupi invests a lot of time training to show the public a real and competitive fighting style, attempting to virtually reconstruct the techniques of armed combat by studying written and iconographic sources, victims of violent death discovered in the necropolises but especially by experimenting first hand on the field. The members also reconstruct piece by piece every single artifact that they use, adapting it for sporting purposes.
The members use many fighting styles: Eastern Style, Western-Style, Hema. In order to perfect the art of combat, they collaborate with many Italian and European groups and fencing masters, taking part in training sessions and stages.
The study of cooking is complex and experimental as there are no cooking manuals from the time. For this reason, the association began a meticulous research. A professional chef, member of the association, joins to his experience studies done on late roman texts and texts from the dark ages, studies done on the human re-mains of Langobard necropolises, studies on herbs and spices and the cooking techniques of the time, even researching the differences between the food of the common people and that of the more wealthy.
Another study that keeps the association busy involves the reconstruction of a warriors’ camp, and this is done by investigating Langobard and Byzantine sources: these last sources really matters, because a lot of information was provided by Greek historians.
The Invicti Lupi Association directs an educational-archaeological park at the necropolis discovered at Romans d’Isonzo (GO) where it carries out its educational activities with various kinds of schools; one-step at a time, the Association wishes to expand this theme park.
New studies done by the Association are directed towards the re-construction of a Langobard village to expand the educational park and to involve the public more directly. Careful attention is given to reconstructible details with education in mind, so to pro-vide a vision of the Langobards as faithful to the original as possible: art, handicraft, culture and traditions are object of our meetings with a public of all ages, eager to expand on unknown, legendary, mythical and historical aspects.

The Invicti Lupi Association organizes annually the international reenactment event “Romans Langobardorum”, followed by much people interested in conferences, reconstructions and demonstrations of war and camp life, edited by many European groups.
Invicti Lupi, a young, versatile, prepared association puts many efforts so as to bring life to an extraordinary people, fundamental for the history of the territories in which the association operates.
The Association accept women and men over 16 years old.

————————————————————————————————-

I Invicti Lupi a son une Associazion culturâl/rievocative nassude a Romans dal Lusinç (Gurize, Friûl – Vignesie Julie) tal 2011 di un grup di apassionâts cun esperiencis diferentis tal cjamp rievocatîf. La Associazion e je cence fins di vuadagn, e je regjistrade te liste regjonâl dal volontariât e te liste des associazions sportivis dal CONI tant che afiliade ae UISP.

I Invicti Lupi a vuelin mostrâ cemût che e jere la societât Langobarde dal secul VII d.C., un timp di transizion e stabilizazion di cheste “Gens” tes nestris tieris. Cheste int e rivà a miscliçâ intune culture uniche lis tradizions latinis e gjermanichis, cheste sintesi e fo un element carateristic de penisule italiche par dute la sô storie di li indenant.

Par chest la Associazion e vûl puartâ denant dal public (traviers ricostruzions e rievocazion storichis, didatichis e spetacui) lis figuris dai vuerîrs cui lôr stîi di combatiment, lis feminis tes tantis ativitâts che ur tocjavin e i altris personaçs presints te vite di ogni dì di chel popul.

In dì di vuê la Associazion e je un dai miôr grups di rievocazion Langobarde presint in Italie, in graciis des sperimentazions continuis, des ricercjis che la impegnin e pal fat di tratâ in maniere complete dutis lis tantis ativitâts di chê ete: combatiment, ricostruzion des armis e dai furniments di oms e feminis, cusine, tiessidure, jurisprudence, tinture, cuinçadure, lavorazions su corean, len e fier, rapuart cu lis bestiis. Si studiin lis fonts iconografichis, lis fonts scritis e i reperts archeologjics; vint une vision globâl e podint sperimentâ di persone i socis a rivin a riprodusi la epoche di interès in maniere atendibile.

I Invicti Lupi a dedichin une vore timp pai alenaments sportîfs cun chê di presentâi al public un stîl di combatiment reâl e agonistic; si cîr di tornâ a doprâ in maniere ipotetiche lis tecnichis di scuintri armât de epoche traviers il studi des fonts scritis, des fonts iconografichis, des sepulturis di muarts violentis tes necropolis e soredut sperimentant dut sul cjamp. I socis a curin la produzion fedêl des armis e des protezions de ete, ogni toc al ven comissionât daûr di progjets precîs par rivâ a vê in man riproduzions perfetis di podê doprâ intune suaze sportive.
La Associazion e pratiche e e sperimente un combatiment reâl, agonistic e no teatrâl o in figure; si doprin diferents stîi (Eastern style, Western style, HEMA) par rivâ a mostrâ une azion che e sedi la plui dongje chê vere. Par curâ e incressi la cualitât de art di combatiment si confrontisi e si colabore cun altris grups e si partecipe a stages e incuintris di mestris di armis sei talians che forescj.

Pe cusine il studi al è elaborât e sperimentâl, stant che no esistin fonts precisis par chê ete. La presince di un cogo professionist tant che membri de Associazion e garantìs une ricercje rigorose che e met dongje studis sui tescj tardoromans e alt medievâi a studis sui rescj umans cjatâts tes necropolis. Si zontin ancje ricercjis su lis jerbis, droghis e su lis tecnichis par cusinâ dopradis in chê volte, dongje a studis su lis diferencis te alimentazion dai sotans e dai sorestants.

Un altri studi che al impegne la Associazion al è chel che al inten la ricostruzion di un incjampament vuerîr, che al ven fat studiant lis fonts langobardis e bizantinis. Il fat di doprâ lis fonts greco-bizantinis al è fondamentâl tant che model di riferiment pe societât langobarde di chê ete e ancje parcè che i osservatôrs grêcs a àn puartât une vore di informazions sul popul langobart.

La Associazion Invicti Lupi e gjestìs un parc didatic archeologjic li de necropoli cjatade a Romans dal Lusinç (Gurize), là che si davuelzin lis ativitâts didatichis cu lis scuelis e i grups di visitadôrs.

Par rivâ a svicinâ il public te maniere plui fedêl ai Langobarts, si indrece une atenzion particolâr pai detais di podê riprodusi propit pe didatiche. La art, l’artesenât, la culture e lis tradizions a son i temis da nestris incuintris cui publics di cualsisei etât, che a vedin l’interès di lâ plui insot tai aspiets mancul cognossût, des liendis, dai mîts e de storie.

Ogni an la Associazion e inmanee la rievocazion storiche langobarde “Romans Langobardorum”, un event di riclam internazionâl simpri siôr di ativitâts une vore sverzeladis. Si pues assisti a une schirie di cunvignis là che a partecipin esperts di setôrs diferents, ma ancje a ricostruzions e dimostrazions de vite e de vuere, che invezit a son rincuradis di clapis di rievocazion che a vegnin di une vore di paîs europeans. E je une rievocazion che e à simpri clamât dongje un public numerôs.

Di là di dut chest, i Invicti Lupi a son impegnâts ancje in altris ativitâts. E je une associazion zovine, versatile, buine di sperimentâ e pronte par impegnâsi miôr che si pues par tornâ a fâ vivi, denant dai voi de int, un popul fondamentâl pe storie dai teritoris là che e à vivût.

La Associazion e je vierte a dutis lis feminis e i oms dai 16 agns insù.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + 13 =