Comunicato Stampa Romans Langobardorum VII edizione 17-18-19 maggio 2019

Comunicato stampa
ROMANS LANGOBARDORUM

VII edizione – “Il Potere della Fede”

 

Rievocazione storica Longobarda, 17-18-19 Maggio 2019

 

L’Associazione storica “Invicti Lupi” in collaborazione con il gruppo di ricerca “I Scussons”, con l’associazione “Liberatorio d’arte Fulvio Zonch” e con il Motoclub di Romans d’Isonzo, con il patrocinio e il contributo del Comune di Romans d’Isonzo, della Regione FVG, del Consiglio Regionale FVG, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, dell’Ente Turismo FVG, dell’UTI Collio-Alto Isonzo, della BCC di Staranzano e Villesse, della UISP, della Società Filologica Friulana, di Langobardia Maior, della Società Friulana di Archeologia, di Italia Medievale e del CRSF Versa, è orgogliosa di annunciare la settima edizione della rievocazione storica “ROMANS LANGOBARDORUM”, che prenderà vita a Romans d’Isonzo nelle giornate del 17-18-19 Maggio 2019.

 

Il tema dell’edizione 2019 sarà “Il potere della fede” e sarà incentrato sulla diversificazione religiosa del popolo longobardo durante il suo stanziamento in Italia. In particolare ci si concentrerà sia sui contrasti tra religione cristiana e religione pagana, sia sulla conversione dalle tradizioni pagane alle ritualità del cristianesimo del VI-VII secolo d.C.

La settima edizione della rievocazione prenderà nuovamente vita sulle sponde del fiume Torre nella frazione di Versa di Romans d’Isonzo in viale Palmanova 1. In questo luogo, oltre all’area storica contenente gli accampamenti di molti gruppi di rievocatori provenienti da varie regioni d’Italia e d’Europa (Ungheria, Austria, Germania, Francia, Spagna), verranno anche allestite un’area conferenze, un’area per gli spettacoli, un’area ristoro, un mercato antico ed un’area didattica per bambini e ragazzi.

 

Romans Langobardorum si presenta come la più grande rievocazione storica longobarda presente sul territorio italiano, con l’obiettivo di divenire un punto di riferimento anche nel panorama europeo.

Un grande campo storico in un’area naturale incontaminata, conferenze, spettacoli ed esibizioni di combattimento e di arcieria, attività e laboratori didattici, visite guidate e dimostrazioni dal vivo sulla vita di questo popolo, visite al museo civico archeologico, cucina Longobarda, chiosco fornito di specialità dell’epoca e un mercato dell’antico saranno i punti di forza di questo evento. Una delle novità di questa edizione sarà la presenza di una “fattoria didattica” che vorrà valorizzare il rapporto tra uomo e natura e in particolare promuovere la conoscenza della fauna locale. La rievocazione vedrà la partecipazione di svariati gruppi di rievocazione storica provenienti dall’Italia e dall’estero, con oltre un centinaio di rievocatori storici presenti.

 

Gli spettacoli di combattimento animeranno l’area per le intere giornate con spettacoli maggiori sabato 18 alle 15.30 e alle 19.00; domenica 19 alle 10.00, alle 15.30 e alle 18.00.

Nelle giornate della manifestazione, oltre ai rievocatori, sarà dato ampio spazio anche all’approfondimento culturale in un tendone all’aperto allestito nella medesima area, con tre interessanti conferenze che faranno luce su altrettanti aspetti della storia del popolo longobardo. I temi degli incontri toccheranno aspetti diversi della della vita del popolo longobardo; i relatori saranno il dott. Giuseppe Catterin “Dalla croce alla spada. I santi guerrieri tra tardo antico e medioevo”, il dott. Nicola Bergamo “La religione dei Longobardi tra arianesimo e paganesimo” e il dott. Angelo Floramo “Le donazione sacre dei Longobardi nella Patria del Friuli. I monasteri e la liturgia”.

 

Il pubblico potrà assistere a vari momenti importanti all’interno della società Longobarda: sabato 18 alle 21.00 verranno realizzati due riti funebri al fine di mettere a confronto le ritualità di sepoltura pagane e cristiane; domenica 20 alle 12.00 vi sarà una riproposizione di un battesimo cristiano del VI-VII secolo d.C. e alle ore 17.00 verrà messo in scena l’atto di liberazione di uno schiavo, con le ritualità e gestualità di un popolo passato dai culti tribali al credo cristiano; infine sabato 18 maggio alle ore 22.00 verrà realizzato lo spettacolo serale dello storytelling attorno al fuoco, l’antica narrazione dei racconti delle leggende e delle storie di un popolo al fine di non perderne la memoria.

Il pubblico potrà prendere parte, nel corso della rievocazione, a lezioni dal vivo curate dai diversi gruppi di rievocatori, i quali illustreranno vari aspetti della vita del tempo; in particolare sabato 18 maggio dalle ore 16.30 e domenica 19 dalle ore 14.00 vi saranno dimostrazioni di vita quotidiana del mondo longobardo.

Sabato 18 maggio le visite guidate della mattinata saranno dedicate alle scuole, le quali prenotandosi potranno far assistere ai propri studenti degli unici e coinvolgenti momenti di “living history”. In occasione delle rievocazione storica il Civico Museo Archeologico di Romans d’Isonzo avrà due aperture straordinarie venerdì 17 maggio dalle ore 21.00 alle ore 24.00 e domenica 20 maggio dalle 9.00 alle 11.30. In occasione dell’apertura del venerdì notte, in occasione della giornata del Mibact “Notti al museo”, verranno inoltre gestite animazioni e laboratori per bambini e famiglie.

 

I campi storici apriranno sabato 18 maggio e domenica 19 maggio dalle ore 9.30; stessi orari di apertura per l’area ristoro dove si potranno trovare pietanze tipiche del periodo longobardo.

 

Questa manifestazione vuole sommarsi alle altre attività tese a valorizzare il passato longobardo del Comune di Romans d’Isonzo, tra cui ricordiamo il Civico Museo Archeologico e il parco didattico-archeologico realizzato nei pressi della Necropoli Longobarda riportata alla luce nel territorio comunale nel 1986, luogo nel quale nel corso dell’anno l’Associazione “Invicti Lupi” svolge le sue visite guidate con le scolaresche e con i turisti.

 

Vi diamo quindi appuntamento da venerdì 17 maggio alle ore 20.00 con l’apertura ufficiale della rievocazione che si concluderà domenica 19 maggio alle ore 20.00 a cui seguirà lo “Skǻl di Idromele”, un momento particolare che invitiamo a vivere con noi.

 

Il Friuli ha ereditato dai Longobardi non solo tracce importanti a livello archeologico ed artistico, ma anche in quello culturale e linguistico. “ROMANS LANGOBARDORUM” vuole dar vita a un’atmosfera dal sapore antico che per qualche ora “rapirà” il visitatore dalla quotidianità del XXI secolo. L’intento sarà quello di fargli apprezzare un pezzo di passato troppo spesso preda dell’indifferenza. Conoscere ciò che avvenne a casa propria in tempi remoti, oltre ad arricchirci, può offrirci soluzioni uniche ai problemi odierni. Intendiamo sensibilizzare il pubblico a porre l’attenzione sulla cultura e sulla storia dei nostri territori al fine di capire che solo conoscendo e valorizzando il nostro passato potremmo migliorare il nostro presente e futuro.

 

Invitiamo tutti a partecipare numerosi ricordando che l’ingresso all’evento sarà gratuito e che l’area disporrà di ampi parcheggi appositamente segnalati.  La rievocazione si svolgerà con qualsiasi condizione climatica, consultate il nostro sito e le pagine social per le eventuali variazioni di programma ed orari.

Per maggiori informazioni potete visitare le nostre pagine facebook e instagram “Invicti Lupi” e “Romans Langobardorum”, e il nostro sito web www.invictilupi.org

Il video trailer della rievocazione è disponibile sul nostro canale Youtube: https://youtu.be/aGtqR8P0tyQ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − 4 =